Il tai chi chuan e l’arte del combattimento: Ricerche e riflessioni per un metodo delle arti marziali – Volume 1
Orari e Corsi 2020-21
TaiChi Chuan – video sezione 1

Ciao Giuliana !

 

 

Ci ha lasciato Giuliana Viel, una compagna di cammino, di pratica, un’amica, una persona sensibile e sempre pronta a trovare mediazioni nel nostro, a volte, difficile mondo marziale. Lascia un vuoto veramente incolmabile per noi amici e per i suoi cari. Sara’ sempre nei nostri cuori. (Marcello Vernengo) 

Lezioni onLine del M.Tokitsu

Buongiorno insegnanti, buongiorno praticanti

Vista la crisi sanitaria e la conseguente impossibilità di organizzare gli stage in presenza con Sensei Tokitsu, abbiamo organizzato, su richiesta del Maestro, la possibilità di fare degli allenamenti con Sensei on line, a cadenza costante per i prossimi mesi. In un primo tempo, i corsi si svolgeranno, già in aprile, una volta per settimana il giovedì sera dalle 19:00 alle 20:00. L’occasione è molto profiqua per tutti, anche perché, è da tempo che non incontriamo Sensei.

Dunque, per poter avviare questi corsi e su diretta richiesta di Sensei, abbiamo bisogno delle mail vostre e di tutti i vostri allievi interessati alle lezioni. Vi chiediamo di inviare queste e-mail a Fabio SOZZANI (sporting2000@libero.it) entro il Martedi 13 Aprile.

(altro…)

Il M° Kenji TOKITSU e la sua scuola

Jisei Budo“L’arte marziale è un metodo di auto-educazione, il suo scopo è rendere ogni essere umano autonomo e capace di prendersi la responsabilità’ della propria vita. II  praticante non viene mai educato ma impara, con la guida di un insegnante, ad educarsi da solo”.  (M° K. Tokitsu)

(altro…)

Il tai chi chuan e l’arte del combattimento: Ricerche e riflessioni per un metodo delle arti marziali – Volume 1

E’ disponibile su Amazon l’edizione italiana dell’ ultimo libro del M° Kenji Tokitsu. 

Libro Tokitsu

 

Il tai chi chuan, come dimostra il contesto sociale e culturale in cui si è formato, è stato concepito per essere un’arte marziale efficace. Nella pratica attuale ci si è però allontanati dall’intenzione originaria. Per tornare ai principi dell’efficacia nel combattimento è necessario liberarsi dalla forza “torbida” e parziale messa comunemente in atto e recuperare la forza “pura”, la forza di integrazione del corpo. Progredendo in questo modo si porranno le basi di una pratica fisica che porti alla riscoperta e alla riappropriazione del corpo. È un ambito distinto dall’arte marziale, ma il progresso nella pratica marziale del tai chi chuan implica un’evoluzione positiva per la salute e il benessere, e se ne vedono i benefici anche sul piano spirituale. In tal senso il tai chi chuan può essere ritenuto qigong in movimento, i cui apporti possono essere coltivati a margine dell’aspetto puramente marziale. È la direzione presa dal tai chi chuan nel corso della sua storia.